Lavori in barca - passione della vela

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavori in barca

La barca
Spesso sottovalutata, la cura con cui si manutenziona la carena è fondamentale sia per l’efficienza della barca,sia per la sua durata.
Dare l’antivegetativa alla barca è una di quelle operazioni dalle quali nessun armatore si può esimere. La carena non lascia scelta: o è pulita, o eserciterà un effetto freno tanto forte da togliere ogni piacere di navigare. Credetemi grande situazione di sconforto......come andare in macchina col freno a mano tirato!!
Questa operazione si svolge normalmente tra marzo e giugno, poco prima di tornare in acqua. La qualità dei prodotti messi sulla carena della nostra barca e la tecnica con cui questi si applicano,è comunemente considerata di secondaria importanza (ma sicuramente a torto), nel quadro delle scelte che l’armatore fa per la manutenzione della propria barca. La vernice antivegetativa serve, come tutti sappiamo, a far sí che i microrganismi che vivono attaccati alle superfici immerse, non aderiscano alla carena della nostra barca. Questi prodotti sono dei compromessi tra le potenzialità della chimica e le necessità dell’ambiente. Infatti, per una casa produttrice, non sarebbe difficile creare un prodotto in grado di uccidere qualsiasi forma vivente si avvicini al nostro scafo, garantendo cosi la perfetta pulizia della carena.
A riguardo del tipo di antivegetativa usare vi sono innumerevoli discussioni in rete. Credo che ognuno di noi debba fare dei test per verificare che cosa usare. Io per esempio uso l'antivegetativa bistagionale della International. Decisamente è costosa, ma devo dire che il risultato è buono. Faccio sicuramente due stagioni anche se la seconda è un pochino frenata. Devo dire che poi magari ci si mette anche altro per frenare la barca, ad esempio la scorsa stagione ottima carena dopo due anni, ma elica incrostata!!!!!!!
Quindi il dubbio è: antivegetativa buona ogni due stagioni oppure economica e alaggio ogni anno????
Buona e alaggio annuale in tempo di crisi non è economicamente sostenibile sigh.

Bello il ponte di Teak, ma che fatica tenerlo in ordine! Vediamo oggi come poter ottenere buoni risultati senza impazzire nel trovare l’ultimo miracoloso prodotto chimico che fa tutto da solo. Punto primo: scordatevi di tenere pulito il teak come se fossero le piastrelle del bagno di casa, il mal di schiena è d’obbligo.teak è un materiale fantastico ma bisogna averne buona cura, strutturalmente è composto da un’alternanza di fibre morbide e dure per cui è importante non sfregare nel senso delle venature con la spazzola, questo porterebbe a grattare via le fibre morbide e a evidenziare quelle dure, molti ponti presentano questo difetto percepibile al tatto proprio per una manutenzione sbagliata.
Per lavare il ponte in teak bisogna usare una spazzola morbida, molto morbida, con setole fitte fitte, come un pennello da barba per intenderci. Assolutamente vietato usare l’idropulitrice,!!
Come prodotti girando per internet e negozi troverete migliaia di ditte che proporranno i loro “teak cleaner” miracolosi e costosissimi, il mio consiglio è usare acqua abbondante e un sapone neutro e non aggressivo, per intenderci non usiamo il Cif abrasivo o candeggine, io ad esempio uso il detersivo per piatti diluito in un secchio d’acqua.
Altro problema che spesso è incubo per i possessori di coperte di teak sono le macchie di unto: l’olio dell’insalata, la crema solare o il gasolio attorno al tappo dei serbatoi. Anche qui i prodotti proposti sono molteplici, il mio consiglio è il “ViaVà”, si proprio quello che si mette sulla cravatta al ristorante, spruzzi subito, lasci asciugare e spazzoli via la polverina, molto più semplice e “risparmioso” dei prodotti pensati ad hoc. Ho notato che il miglior lavaggio si ottiene con l'acqua di mare.
A fine stagione per proteggerlo dalle intemperie invernali un bel poco di olio per teak va benissimo. Mi raccomando assolutamente
trasparente.

Oltre a questi lavoretti sopra ve ne sono moltissimi altri; non vorrei dilungarmi oltre e annoiarvi, quindi se avete qualche problema o desiderate ricevere o darmi qualche consiglio contattatemi

 
Torna ai contenuti | Torna al menu